Una nuova piattaforma “business to business” per gli operatori turistici di Casentino e Valtiberina e un nuovo brand per rilanciare l’immagine delle vallate: al via uno dei primi progetti finanziati con la strategia delle aree interne.

Nasce “Casentino e Valtiberina Toscana destinazioni di eccellenza”, uno dei primi piani di rilancio finanziati con le risorse ottenute dalle due vallate grazie alla strategia nazionale per le aree interne, che ha premiato il progetto di Casentino e Valtiberina con 10 milioni di euro in 5 anni. A vincere uno dei bandi destinati allo sviluppo dei due territori e del turismo in particolare, è stata la società di comunicazione “Slum design” che mercoledì scorso nella sede delle Officine Capodarno di Pratovecchio Stia ha presentato, dopo un attento lavoro svolto insieme all’Università di Firenze, i due punti cardine del progetto: lo studio di un brand delle due vallate e la creazione di una piattaforma “business to business”. Il brand dei due territori, innovativo e flessibile, sarà utilizzato per i siti di riferimento, per la promozione nei social network e per tutto quello che si collega all’immagine e alla promozione di Casentino e Valtiberina. La nuova piattaforma, già attiva e seguita da una redazione, servirà invece come punto d’incontro tra domanda e offerta, facilitando le trattative commerciali tra tutti gli operatori delle vallate (imprese turistiche, artigianali, musei ed enti del settore) e i tour operators nazionali ed internazionali. Gli hotel e gli agriturismi casentinesi ad esempio, potranno indicare nella piattaforma le loro caratteristiche, i servizi che offrono, i punti di forza, se sono specializzati nei matrimoni o nell’organizzazione di feste a tema, bypassando così i soggetti intermediari che trattengono commissioni con vantaggi economici notevoli. La piattaforma darà inoltre visibilità anche a tutte quelle strutture più piccole che hanno difficoltà a partecipare a fiere nazionali o internazionali per essere conosciute. Si tratta quindi di un “sotto progetto” di rilancio turistico del Casentino e della Valtiberina, che rientra nel più ampio progetto di strategia nazionale delle aree interne e che ha visto l’assegnazione di risorse ad un soggetto terzo specializzato nella comunicazione, che dovrà centrare gli obiettivi di promozione. “E’ significativo che il progetto sia stato presentato nella sede delle Officine Capodarno, finanziate grazie alla stessa strategia nazionale delle aree interne – ha spiegato il sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri – da una lunga fase progettuale stiamo ora passando alla fase realizzativa e siamo orgogliosi di dire che le Officine in attesa dell’affidamento della gestione tramite bando, stanno già ospitando vari corsi ed eventi che portano gente nel territorio e che hanno visto la soddisfazione degli organizzatori”.