Si accendono i riflettori sul magico borgo di Raggiolo: torna la quarta edizione della Notte Romantica.

Tutto pronto per la Notte Romantica di Raggiolo, una delle manifestazioni più attese dell’estate casentinese, in programma sabato 22 giugno nel cuore del comune di Ortignano Raggiolo. Organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’associazione “La Brigata di Raggiolo”, il ristorante “Il Convivio dei Corsi” e con il supporto delle attività locali, l’evento è promosso a livello nazionale dall’associazione “I Borghi più belli d’Italia” di cui Raggiolo fa parte. Il programma prevede l’apertura alle 16,30 dell’Ecomuseo della Castagna e della Transumanza con un percorso ecomuseale seguito alle 20,30 da una cena buffet organizzata dal ristorante “Il Convivio dei Corsi”: qui l’apprezzato Chef Ante realizzerà delle preparazioni a base di prodotti tipici forniti da produttori locali. Successivamente, a cura di “Noidellescarpediverse” e “Ridicasentino”, sarà possibile partecipare ad un percorso romantico tra musica e teatro nel labirinto di pietra di Raggiolo, tra i suoi angoli più suggestivi: il Sepolcreto, il Coro, il Poggiolino. Immancabile il tradizionale e suggestivo lancio nel fiume dei messaggi romantici scritti su cuori in legno nello scenario del Ponte della Piana. A conclusione della serata, alle 23,30 sarà possibile assistere all’inaugurazione della nuova illuminazione della piazza San Michele, offerta dall’associazione “La Brigata di Raggiolo”. A seguire il brindisi finale e lo spettacolo pirotecnico con un divertente sipario rappresentato dal “gioco delle coppie” durante il quale sarà estratta una coppia che vincerà una cena nel ristorante “Il Convivio dei Corsi”. “La Notte Romantica è un’occasione per valorizzare Raggiolo, le sue tradizioni e i prodotti tipici del territorio – ha dichiarato il sindaco Emanuele Ceccherini – le feste paesane come quella in programma sabato, tengono vivi i piccoli borghi, li valorizzano e attraggono visitatori, sempre più affascinati dalla bellezza dei nostri paesi e dalle ricchezze eno-gastronimiche che li caratterizzano. Vi aspettiamo numerosi”.