Riqualificazione e valorizzazione della rete sentieristica: dalle Aree Interne quasi 700 mila euro per valorizzare il territorio casentinese.

Sono due i progetti di riqualificazione e valorizzazione della rete sentieristica nel territorio casentinese pensati per rilanciare il turismo lento, legato alle bellezze naturali e lontano dai centri urbani. Il primo, già finanziato dalla Strategia delle Aree Interne con 130 mila euro, prevede interventi nelle aree di sosta, rifacimento dei sentieri, acquisto di arredi urbani e valorizzazione dei percorsi. I lavori nel versante del Pratomagno si concluderanno entro l’anno e i sentieri saranno quindi pronti per accogliere gli escursionisti durante la stagione estiva. Le risorse finanziate rientrano nella sottomisura “Sostegno agli investimenti destinati ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali ”. Al momento sono iniziate le procedure di gara per l’ acquisto dei materiali ed è stata pubblicata la determina di impegno per la manodopera, in quanto i lavori verranno realizzati in amministrazione diretta con le maestranze forestali in carico all’Unione dei Comuni Montani del Casentino. Il secondo progetto invece, che sarà finanziato con circa 500 mila euro sempre grazie ai contributi della Strategia, è suddiviso a sua volta i quattro sotto-progetti che interessano zone diverse con l’obiettivo di adeguare e mettere in sicurezza le strade forestali di più comuni, sempre nel versante del Pratomagno. Nel dettaglio saranno interessati dagli interventi i seguenti percorsi: Garliano – Perello –Panoramica – Monte Dadi nel comune di Castel San Niccolò, Bivio la Crocina e Fosso Rimaggio, sempre nel comune di Castel San Niccolò, Capraia – Faltona – Capraia – Fonte Romagna – Pian Carbone nel comune di Talla, Faltona – Colle de Faggio, nei comuni di Talla e Castel Focognano. Per questo secondo progetto c’è attesa per il decreto di assegnazione ufficiale che darà poi il via alle gare e ai lavori.

“La Strategia delle Aree Interne si sta concretizzando e dopo anni di progettazione finalmente anche nell’ambito dello sviluppo economico, stiamo vedendo i primi risultati – ha commentato Antonio Fani, assessore con delega alle Aree Interne nell’Unione dei Comuni Montani del Casentino – con 700 mila euro di finanziamenti interverremo nei sentieri delle nostre foreste, valorizzandoli e mettendoli in sicurezza, creando così una risorsa in più anche per il turismo, sempre più attratto dalla natura e dai luoghi incontaminati. Un’opportunità importante per il nostro territorio che sfrutteremo al meglio”.