E’ boom di presenze per il comune di Poppi che si conferma la meta turistica più ambita del Casentino, scelta nel 2021 da oltre 63 mila visitatori che hanno pernottano una o più notti nel borgo medievale. In Provincia invece il dato è il quarto migliore in termini di affluenza, poco sotto il terzo posto occupato dal comune di Bucine.

“Siamo molto orgogliosi dei dati resi noti dall’Ambito Casentino che vedono Poppi protagonista e l’intera vallata in un’ottima prospettiva di affluenza, con dati buoni per tutti i comuni che fanno ben sperare per il futuro – ha commentato il primo cittadino di Poppi Carlo Toni – sono tanti i progetti che abbiamo messo in cantiere, in primi “Terre degli Uffizi” che ci vedrà protagonisti dall’8 luglio al 1 novembre con la mostra “Nel segno della vita. Donne e madonne al tempo dell’attesa” che ruota intorno a un dipinto di Sante Pacini conservato nel monastero di Vallombrosa, ma proveniente da Santa Trinita a Firenze. Poi ci sono gli eventi, la promozione, le collaborazioni con le agenzie turistiche. E proprio in vista del crescente afflusso turistico, nel centro storico di Poppi l’amministrazione comunale ha previsto due importanti progetti che prevedono un percorso lungo le mura del Castello dei Conti Guidi con l’obiettivo di valorizzare la bellezza e la storia del borgo con l’abbattimento delle barriere architettonich,e che lo renderanno accessibile anche alle persone con disabilità, e un maxi parcheggio vicino all’Abbazia di San Fedele che darà sollievo ai residenti e accoglierà l’afflusso dei turisti”.

Continua la lettura