Più presenza nel territorio, maggiore vicinanza ai cittadini e contenimento delle spese: la municipale si divide in due. Tellini: “I grandi cambiamenti iniziano dalla soluzione dei problemi”.  

La riorganizzazione dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino parte dalla suddivisione del Corpo di Polizia Municipale in due gruppi: uno si occuperà dei comuni dell’area sud e l’altro dei comuni dell’area nord. Il primo, con il vice comandante Giancarlo Paggetti avrà sede al Corsalone, nel comune di Chiusi della Verna, il secondo invece con il comandante Marco Tognarini rimarrà nella sede di Poppi. Tra le novità anche l’apertura di un ufficio a Rassina, dove in alcuni giorni a settimana gli agenti saranno a disposizione dei cittadini. “Ho fortemente voluto questa decisione – ha commentato il sindaco di Chiusi della Verna con delega alla polizia municipale Giampaolo Tellini – era necessario mettere mano all’organizzazione di questo servizio, la gente ha bisogno di una maggiore presenza degli agenti e la centralizzazione di tutte le funzioni nella sede di Poppi aveva portato ad una minore presenza della municipale nei comuni più lontani. Questa suddivisione invece garantirà una maggiore vicinanza degli agenti ai cittadini e un contenimento dei costi del servizio, visto che le distanze da percorrere con le macchine di servizio saranno fortemente ridotte: ogni gruppo sorveglierà la sua zona, partendo dalla sede che gli è stata assegnata”. I comuni di quella che è stata identificata come area sud (Chitignano, Castel Focognano, Talla, Chiusi della Verna e Ortignano Raggiolo) faranno quindi capo al vice comandante Giancarlo Paggetti e alla sede del Corsalone, gli altri comuni invece (Poppi, Castel San Niccolò e Montemignaio) continueranno ad avere come riferimento il comandante Marco Tognarini e la sede di Poppi.