Procedono in alto Casentino i lavori di realizzazione della pista ciclopedonale lungo l’Arno, e giovedì 6 settembre sui cantieri aperti è atteso il sopralluogo dell’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli. La Regione è il principale finanziatore di quest’opera, per la quale lo stralcio attuale dovrà essere consegnato dalla ditta esecutrice a fine novembre. Ente capofila per il tratto che va da Stia a Ponte Buriano è l’Unione dei Comuni Montani del Casentino. “Dopo aver realizzato il tratto che dalle Macee conduce a Rassina”, dice il Sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini, titolare della delega a questa infrastruttura presso l’Unione dei Comuni – è ora la volta di un altro segmento importante, che riguarda il tratto iniziale dell’opera, partendo da Stia e scendendo verso Poppi. Gli uffici tecnici dell’Unione e dei Comuni interessati hanno lavorato per rispettare i tempi e garantire l’afflusso dei finanziamenti previsti, e per questo li ringrazio. Una volta realizzato questo stralcio passeremo al prossimo che sarà quello conclusivo, cioè entro la fine del 2019 speriamo di poter finire tutta la tratta di nostra competenza”. Il sopralluogo dell’assessore Ceccarelli al cantiere si svolgerà probabilmente nel Comune di Pratovecchio Stia ed è programmato al termine di una mattinata che già comprende nella sua agenda altri impegni in Casentino. la pista ciclopedonale è un’opera molto attesa anche dai Casentinesi, perché oltre a portare un auspicato sviluppo turistico è anche già molto frequentata sia nei tratti già realizzati lungo l’Arno che nelle diramazioni verso le singole località, come Ortignano Raggiolo e Partina. Anche in questo caso una diramazione è prevista verso il torrente Solano e l’abitato di Strada in Casentino.

Poppi, 05 settembre 2018.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa (334-6520531)

Continua la lettura