La nuova sede distaccata dell’Unione a pieno regime: oltre 500 mila euro di interventi nel territorio, con 50 dipendenti al lavoro e nuove assunzioni in programma.  

Forestazione, protezione civile, gestione dell’ex discarica e del canile intercomunale, sportello catastale decentrato: sono questi i principali servizi svolti nella nuova sede dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino inaugurata lo scorso novembre in località Pianacci, nel comune di Bibbiena. A soli due mesi dal taglio del nastro, gli uffici lavorano a pieno regime e annunciano proventi in linea con gli anni precedenti. Sulla base di un’intesa con la Regione Toscana inoltre, alle due assunzioni programmate nel 2019 se ne aggiungeranno altre due a febbraio che andranno ad incrementare i 48 dipendenti che operano sia nella sede che nei cantieri forestali, e l’addetto alla discarica, al canile e all’ex discarica. Sempre nel corso del 2020 grazie al finanziamento di oltre 500 mila euro previsti dal Psr 2014/2020, dal progetto della Strategia Aree Interne, dai bandi ministeriali e dal programmi Life, saranno realizzati lavori di adeguamento funzionale della viabilità forestale e interventi selvicolturali, tra i quali le attività di rimboschimento nelle aree danneggiate dagli eventi meteorici in collaborazione con il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Per quanto riguarda invece l’attività di vincolo idrologico, l’ufficio sta continuando ad accogliere le domande di taglio, a fare sopralluoghi e a rilasciare i tesserini di operatore forestale e le autorizzazione richieste per l’iscrizione all’albo delle ditte boschive. Mediamente ogni anno l’ufficio compila 500 domande di taglio, riceve oltre 800 persone ed effettua oltre 200 sopralluoghi. Attualmente in Casentino sono attive 38 ditte boschive iscritte all’albo e lavorano 350 boscaioli in possesso del tesserino di operatore forestale. “Siamo molto soddisfatti dei risultati che sta portando il piano di riorganizzazione dell’Ente, con tanti cambiamenti tra i quali anche l’apertura della sede distaccata di Pianacci – ha dichiarato il vice presidente con delega alla forestazione Giampaolo Tellini – è stata una svolta importante, ma in soli due mesi ne stiamo già vedendo i frutti. Il personale ora lavora in sinergia in un’unica struttura, riqualificata e quindi diventata anche la sede operativa del Com, il Centro Operativo Misto per le emergenze del territorio”. Come programmato e annunciato nel giorno dell’inaugurazione, nella sede di Pianacci al momento è in corso l’aggiornamento del piano di protezione civile intercomunale in collaborazione con l’ex Direttore del Dipartimento Generale Nazionale di Protezione Civile, Elvezio Galanti, che porterà novità importanti, aggiornamenti e migliorie in tutto il Casentino.