A Prato di Strada (Castel San Niccolò) domenica 2 settembre riprende il programma di Festasaggia, che proseguirà fino alle soglie delle feste natalizie. Settembre inizia all’insegna di un nuovo appuntamento, inserito quest’anno nel calendario della rassegna: “C’era una volta la fiera in Prato”, è una giornata alla riscoperta delle tradizioni del piccolo borgo della valle del Solano, affluente di destra dell’Arno. Per tutto il giorno, per le vie del paese, mostra – mercato con espositori di prodotti agricoli, allevatori ed artigiani del territorio. Ci sono anche degustazioni, dimostrazioni e visite guidate. Festa saggia, nata dieci anni fa da un’idea dell’allora Comunità Montana del Casentino, ereditata dall’Unione dei Comuni e assecondata anche dall’Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, propone un cartellone nel quale sono selezionati degli eventi che vedono gli organizzatori (Pro Loco, comitati ed associazioni paesane) impegnati nel diffondere alcune buone pratiche per la promozione e la valorizzazione del territorio: fra queste, proporre menu e ricette che utilizzano prodotti del luogo e di stagione, evitare il più possibile l’utilizzo di materiali usa e getta (no a piatti e stoviglie di plastica), effettuare una corretta gestione dei rifiuti. Dall’anno scorso il programma di Festasaggia è stato esteso anche ad altri territori contigui al Casentino: il cartellone di settembre propone infatti, dopo la fiera di Prato di Strada, la festa della pesca regina di Londa (Fi), la festa del tortello sulla lastra di Santa Sofia (Fc) e la festa selvaggia di Corniolo (Fc). Si tornerà in Casentino a fine settembre per il Mercatale del bramito, in programma a Corezzo (Chiusi della Verna) domenica 30.

Poppi,  29 agosto 2018.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa (334-6520531)

Continua la lettura