A Badia Prataglia (Poppi) venerdì 7 settembre torna il tradizionale appuntamento con la Festa dei Fochi, un evento che trova le sue origini nel ricordo della Natività della Vergine Maria e in particolare nel ricordo del giorno 8 settembre 1008, quando il Vescovo Elemperto di Arezzo consacrò a Santa Maria Assunta la chiesa della Badia di Prataglia. Per tradizione, il giorno precedente si usava tagliare la legna necessaria per allestire un grande falò che, per simboleggiare la fede e la devozione verso la Madonna, veniva acceso la sera stessa in ogni castelletto, ossia i gruppetti di case dei quali è costituito l’agglomerato di Badia Prataglia. La festa simboleggia al tempo stesso anche la fine della stagione estiva, anche se l’ingresso in autunno è ancora lontano qualche giorno. Negli ultimi decenni la Festa dei Fochi è stata modificata: non ci sono più i fuochi in ogni castelletto per motivi di sicurezza, ma viene comunque allestito un enorme falò al centro del paese che ogni anno attrae centinaia di persone. Per la festa vengono allestiti degli stand in cui si possono assaggiare prodotti tipici della cucina toscana; ci sono poi bancarelle, musica e tanto divertimento. Il programma di venerdì 7 prevede alle 19 l’apertura degli stand gastronomici, alle 22 l’accensione del falò, e dalle 23 in poi lo spettacolo pirotecnico conclusivo.

Poppi, 05 settembre 2018.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa (334-6520531)

Continua la lettura