Cantieri aperti nel palazzo comunale di Rassina: dalla prossima settimana al via i lavori di messa in sicurezza della struttura.

Al via i lavori di messa in sicurezza del palazzo comunale di Rassina, nel comune di Castel Focognano: cantieri aperti già dalla prossima settimana. Gli interventi previsti saranno realizzati grazie ad un contributo regionale di oltre 320 mila euro e consentiranno l’adeguamento della struttura alle normative antisismiche. “Si tratta di un intervento non più rinviabile anche rispetto alle nuove leggi sulla sicurezza degli edifici pubblici – ha spiegato Christian Gambineri, assessore ai lavori pubblici – il costo di questo importante intervento è finanziato con un contributo regionale di 320 mila euro che permetterà di mettere il palazzo comunale di Rassina in sicurezza”. I lavori saranno realizzati entro circa 8 mesi, ma non causeranno disagi ai cittadini in quanto gli uffici non saranno traslocati in una struttura diversa da quella esistente. Gli interventi infatti saranno realizzati a piani alternati senza comportare alcuna modifica agli orari di apertura che continueranno a rimanere inalterati, ovvero dalle 8,30 alle 13 di tutti i giorni escluso il giovedì, sabato compreso. “La messa in sicurezza del palazzo comunale rientra nel programma di adeguamento sismico delle strutture pubbliche presenti nel territorio – ha aggiunto il vice sindaco Catia Bianchini – abbiamo iniziato questo percorso con le scuole che hanno avuto l’assoluta priorità, e adesso continuiamo dando il via ai lavori in un altro importante edificio pubblico, che è la sede comunale. I disagi per i cittadini saranno minimi visto che gli uffici non saranno spostati al di fuori della struttura”. Dopo la chiusura della scuola di Pieve a Socana, per la mancanza dei requisiti di sicurezza richiesti dalla legge, l’amministrazione aveva in precedenza provveduto all’ampliamento della scuola primaria di Rassina. I lavori erano stati realizzati in tempi record in modo da creare anche un unico plesso scolastico nel capoluogo, il tutto cercando di arrecare il minimo disagio alle famiglie. L’intero intervento ha richiesto un investimento di oltre 450 mila euro ai quali ora si sommano i 320 mila necessari per i lavori nel palazzo comunale.